Aci Trezza


Talmente caratteristica da ispirare le odi di Omero per la sua Odissea, Acitrezza è frazione di Acicastello e piccolo borgo peschereccio assai ammaliante. Il panorama è dominato dagli 8 faraglioni, i costoni lavici formatesi prima dell’Etna.


Secondo il mito dell’Odissea raccontato da Omero fu il ciclope Polifemo a scagliare contro le imbarcazioni di Ulisse i grandi massi. Acitrezza ospitò anche l’ambientazione del romanzo dei Malavoglia di Giovanni Verga, principale esponente del Verismo italiano. Oggi è ancora presente la Casa del Nespolo, dimora in cui l’umile famiglia di pescatori alloggiava.
L’area marina protetta Isole dei Ciclopi è stata istituita da circa dieci anni per salvaguardare l’ambiente marino e le specie che lo popolano. Corre da Acitrezza fino alla zona Cannizzaro, coprendo una superficie complessiva di 659 ettari, all’interno della quale si trovano anche i famosi faraglioni.
Sia la fauna che la flora marina ne stanno ampiamente godendo: è possibile effettuare immersioni guidate all’interno della Riserva per poter ammirare lo spettacolo dell’ambiente naturale, contraddistinto dagli effetti vulcanici sotto il livello dell’acqua, oltre a caratteristici esemplari di fauna marina e oltre 300 tipi di alghe diverse, dalle rosse alle verdi fino alle brune.
Sia Acicastello che Acitrezza accolgono decine di migliaia di turisti, oltre ai buongustai della zona, non solo durante il periodo estivo ma un pò tutto l’anno. La brezza marina che si gode, oltre allo scenografico castello e i faraglioni di Acitrezza sono il luogo preferito di migliaia di persone durante le belle serate siciliane.
Qui prendono posto alcuni dei migliori ristoranti in assoluto in Sicilia. Per i più giovani, le serate sono animate da discoteche sul mare e da club, dove è possibile bere e ballare le hit dell’estate.
Ma le serate possono essere anche un po’ più tranquille: prendere un bel gelato e passeggiare presso il lungomare durante le notti di luna piena, ascoltando il mare che accarezza gli scogli, è l’atmosfera ideale per gli innamorati.

Fonte: visitsicily.travel

 
    

Tags


Newsletter

Non esitate a contattarci per qualsiasi informazione